Cimitero delle Fontanelle – Quartiere Sanità

Cimitero delle Fontanelle - quartiere sanità

cimitero_Fontanelle

L’origine del cimitero delle Fontanelle risale al IV secolo A.C., tempo in cui il luogo era adibito all’estrazione del tufo, materiale da costruzione utilizzato dai greci. In quest’area, infatti, situata tra il Vallone dei Girolamini a monte e quello dei Vergini a valle, erano dislocate numerose cave di tufo, utilizzate fino al 1600 per reperire il materiale utilizzato per costruire la città.

La storia del Cimitero delle Fontanelle ha anche un’altra data importante: il 1656, anno della peste a Napoli.  In quell’anno la peste fece moltissime vittime e i tantissimi corpi senza vita erano spesso lasciati per strada. Si pensò quindi di utilizzare questa cava per deporre i cadaveri.
Lo spazio si articola in tre ampie gallerie per  un totale di circa 3.000 m2.  La prima è detta dei preti, poichè fu dedicata ai preti nobili seppelliti nelle “terre sante” (ovvero nelle chiese), mentre le altre due sono la galleria degli appestati, e quella delle anime pezzentelle.

E’ situato nel Rione Sanità, uno dei quartieri di Napoli più ricchi di storia e tradizioni, appena fuori dalle mura della città greco – romana, nella zona scelta per la necropoli pagana e più tardi per i cimiteri cristiani.cimitero fontanelle

Da almeno 400 anni sono presenti i resti di chi non poteva permettersi una sepoltura e, soprattutto, delle vittime delle grandi epidemie che hanno più volte colpito la città.

Nell’800 vennero portate anche le ossa provenienti dalle sepolture delle chiese bonificate dopo l’arrivo dei francesi di Gioacchino Murat, le cosiddette “terresante”, e da altri scavi.

Visualizzazione ingrandita della mappa

Ingresso gratuito. Tutti i giorni 10-13. Prenotazione obbligatoria

Indirizzo: Via Fontanelle 77, 80136 Napoli, Italia
Numero di telefono: +39 081 795 6160