Tutto sulla chiesa della Pietrasanta, Napoli. (Storia, info, mostre 2019, indirizzo)

La chiesa di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta è una delle storiche basiliche del centro storico di Napoli; può essere considerata una delle più interessanti dal punto di vista storico-artistico e inoltre fu la prima chiesa napoletana ad essere dedicata alla Vergine Maria. Si trova lungo Via dei Tribunali (l’antico Decumano Maggiore), e nelle sue immediate vicinanze possiamo vedere la quattrocentesca Cappella Pontano, il vecchio campanile romanico, (risalente al XI secolo) e altre mille meraviglie del Centro Antico di Napoli.

Dall’ esterno la chiesa è facilmente riconoscibile, data la grossa cupola che domina sulla città e la facciata rimasta incompiuta risalente al XVII secolo, epoca in cui imperava il Barocco Napoletano. La chiesa infatti è stata progettata da uno dei protagonisti assoluti di quel periodo: il bergamasco Cosimo Fanzago.

Il prospetto frontale della chiesa è diviso perfettamente in due ordini collegati da volute in pietra. la parte inferiore è in stile ionico mentre quella superiore era in stile corinzio oggi non più visibile a seguito del crollo del timpano superiore, visibile nelle immagini ante-guerra.

La parte inferiore presenta una rampa d’accesso che conduce al maestoso portale in marmo bianco, incastonato in un arco cieco, realizzato dallo scappellino Pietro Sanbarberio.

L’interno invece, dalle forme mistilinee presenta delle splendide decorazioni in stucco con e lesene corinzie. Il pavimento maiolicato risale al Settecento e fu realizzato da Giuseppe Massa. Gli spazi sono ricchi di decorazioni scultoree che fanno risaltare attraverso i loro materiali le pareti rosa e gialle.

La chiesa inoltre è molto ricca di storia, infatti nell’antica cripta vi sono i resti dell’antica costruzione paleocristiana e addirittura si conservano i frammenti di un mosaico di epoca romana.

Negli ultimi anni la basilica è stata frutto di importanti interventi di restauro completati nel novembre 2017, che hanno riguardato l’intero complesso, compresi gli esterni e lo slargo circostante.

Ad oggi il luogo è teatro di mostre ed eventi culturali, tra le ultime
Il Museo della Follia: da Goya a Maradona a cura di Vittorio Sgarbi e Chagall. Sogno d’amore ,Visitabile fino al 30 Giugno 2019, approfittane!

INFORMAZIONI

INDIRIZZO: piazzetta Pietrasanta 17

ORARI: tutti i giorni 10-20 (la biglietteria chiude un’ora prima)

CURATORI: Dolores Durán Úcare

COSTO DEL BIGLIETTO: Intero € 14 + 1 € audioguida, Ridotto € 12 + 1 € audioguida, bambini € 6 + 1 € audioguida

TELEFONO PER INFORMAZIONI: +39 081 1865941