Home > Aree archeologiche > Visita Tomba di Agrippina Bacoli

Visita Tomba di Agrippina Bacoli

Tomba di Agrippina, veduta panoramica
C.d. Tomba di Agrippina, veduta panoramicaLa tomba di Agrippina, madre di Nerone consistente nei resti di una costruzione di epoca imperiale situati vicino al mare, così riconosciuta per tradizione, è in realtà un teatro-ninfeo, facente parte di una grande villa marittima, che andò distrutta.

Architettura della struttura

La struttura, in origine era un odeion ( un auditorium coperto per audizioni musicali o spettacoli mimici) dell’epoca di Augusto, tra la fine del I e gli inizi del II secolo dopo Cristo fu trasformata successivamente in un ninfeo esedra.

L’intera struttura è costituita da tre emicicli su vari livelli: a ca. 1 metro e 30 sotto il livello della spiaggia attuale si apre il primo emiciclo, l’emiciclo mediano è invece coperto da una volta rampante sul cui estradosso si possono osservare tracce di una gradinata in opus reticulatum; sulla parete esterna sono presenti 3 aperture alternate a finestre.

Gli interni con stucchi e altre decorazioni

Più in basso rispetto all’emiciclo mediano, all’interno dell’edificio, si trova un ambiente coperto, caratterizzato da una maestosa volta decorata con stucchi intricati e raffinati. Questa stessa decorazione artistica è presente anche sulle pareti delle nicchie e delle finestre, conferendo loro un’eleganza tipica dell’epoca. Oltre a ciò, è possibile notare che il corridoio, situato in quest’area, sembra aver avuto in passato una funzione di collegamento tra l’edificio principale e la villa nelle vicinanze. Un dettaglio di grande interesse che testimonia la connessione tra i due complessi edilizi e potrebbe rivelare antiche dinamiche e relazioni architettoniche.

Il terzo emiciclo

Nella stessa posizione dell’emiciclo precedente, è collocato un terzo emiciclo che si distingue per la sua volta crollata e le maestose semicolonne rivestite di pregiato stucco con capitelli di ordine corinzio. Questo straordinario ambiente forma una specie di corridoio, diviso da setti trasversali in piccoli vani, che si sviluppano lungo tutta la sua estensione interna. La magnificenza delle semicolonne e la disposizione dei setti trasversali conferiscono un’atmosfera unica e suggestiva a questo tratto architettonico, catturando l’attenzione dei visitatori e trasportandoli in un’epoca di splendore e grandiosità. Tale emiciclo, nonostante la sua volta crollata, mantiene ancora intatta la sua eleganza, evidenziando il genio e la maestria degli architetti e degli artigiani che lo hanno realizzato.

Informazioni:

Via Privata Falci, 39, 80070 Bacoli NA

visitabile liberamente

Potrebbe interessarti.. / You may be interested in..